giovedì 25 agosto 2016

Test Hoka Clifton 2

E' da un po' che volevo scrivere su queste scarpe e adesso che escono le Clifton 3 mi tocca farlo, così avrete un parere in più se volete comprarle. Dopo aver corso con le Hoka Speedgoat in montagna avevo tanta voglia di vedere di cosa era capace questa marca su strada. Il mio personal chooser Adriano, del negozio Area Sport di Udine, mi ha consigliato le Clifton 2, vediamo adesso perchè!


La scarpa

Uscita 1 anno fa questa scarpa rappresenta bene la marca con la sua suola oversize che offre comfort, leggerezza e ammortizzazione. Questo modello si definisce polivalente, ottimo sia per una mezza martona che per una gara veloce. Con il suo colore blu e il suo look agressivo la trovo veramente bella.


Caratteristiche 

Preparatevi ad essere sopresi, la Clifton 2 è una scarpa impressionante!!!
  • Peso: 235 grammi in 9 US (203 in 7 Us woman), è la scarpa più leggera che ho.
  • Drop di 5 mm con un ammortizzazione che va da 24 mm a 29 mm
  • Suola interna in ortholite termoformata.
  • Scarpa senza cuciture per un cofort ottimale.
  • Lacci classici che fanno il loro lavoro correttamente.

Cosa ne penso?

Le Clifton 2 favoriscono una corsa naturale, permettono con il drop di 5 mm una ruolata del piede senza nessun sforzo. Ho corso con loro 145 km per adesso su strade, strade forestale, erba, sterrati, le ho veramente messe alla prova e non vedo nessuna usura. Mi sento bene su tutti i percorsi provati e non ho avuto nessun dolore. Ho notato che questo modello è molto dinamico, ti fa correre forte e chiede solo di essere maltrattato. L'altro giorno ancora in una gara ho fatto 1 kilometro in 3'14 senza neanche accorgermene.

 
Per concludere

Le Clifton 2 sono scarpe fantastiche e le consiglio comunque per corridori come me sotto gli 80 kili. Sono da uttilizzare idealmente per gare veloci: io le adoro!
Proverei il nuovo modello se Hoka me le vogliono regalare ;)






martedì 23 agosto 2016

2 giorni, 2 gare, 2 piacere diversi, 1 stessa emozione

Sono un appassionato della corsa, mi piace la sensazione di libertà che ti da, mi piace sentirmi spingere forte con le gambe e avere il cuore che grida! Adoro correre in montagna, lassù mi sento a casa mia, è bello muoversi tra le rocce, sulle cime, in mezzo a panorami mozzafiato! Ma amo anche correre a tutta sul piano e spingere il più forte possibile per andare veloce. Il mio sport è la corsa, ma si può esprimere in ambienti diversi e su percorsi antagonisti. Così questi ultimi 2 giorni ho fatto 2 gare totalmente diverse e mi sono divertito su entrambe come un bambino!

Domenica ho corso la famosa staffetta internazionale 3 rifugi insieme a 2 amici. Ho corso la seconda frazione sul sentiero Spinotti in 35'56, tempo che mi soddisfa molto, ed è stato emozionante correre su questo percorso. Ho visto grandi campioni che andavano ad un ritmo a dir poco incredibile, e questi stessi campioni subito dopo sembravano persone semplici, come noi: una sensazione bellissima! Poi correre con gli amici è sempre una figata, anche il dopo gara. 


Ieri sera invece ho gareggiato in una staffetta sul piano a Orgnano (UD): percorso bello anche qui, da correre col cuore in gola. Ero in squadra con il conte e la contessa e volevo fare bene per loro, ma avevo paura dopo la fatica del domenica e le birre esagerate ;) Alla fine tutto bene, ho corso in 10'50 i 3050 metri e migliorato il mio personale. Stranamente ho preso un gran piacere a correre anche sul piano.

Pianura o montagna, mi dicono che dovrei scegliere per migliorare ma non riesco, mi sento bene così, mi sento un runner.

martedì 16 agosto 2016

7° Memorial Fulvio Riolino da Sutrio al Monte Zoncolan

Domenica mattina si è svolta la consueta gara per ricordare l'amico Fulvio Riolino. Quest'anno per la prima volta si poteva salire sul Monte Zoncolan anche di corsa. Tra le bici e i 4 bravi corridori sono stati 53 a partecipare alla festa.
Per una volta non ho gareggiato e ho provato a fare il fotografo, spero siano venute tutte bene! Tutte le foto si trovano sulla mia pagina facebook:

https://www.facebook.com/BlogRunexperience/photos/?tab=album&album_id=1150132185009209 ,

Se non lo fate già, non esitate a seguirmi ;)
Grazie e complimenti a tutti, all'anno prossimo!


venerdì 12 agosto 2016

Giro di prova 3 Rifugi

Tra 10 giorni parteciperò alla staffetta internazionale 3 rifugi e quest'anno dovrei fare la traversata con passaggio sul sentiero attrezzato Spinotti.


Quindi, stamattina ho deciso di provarlo a ritmo un po' veloce, perchè è abbastanza tecnico e volevo vedere se mi sentivo in sicurezza per farlo in gara. Tutto a posto e non vedo l'ora di esserci, promette una bella fatica, intanto ecco a voi qualche foto!






 

lunedì 8 agosto 2016

Che sport faccio?

In questi ultimi anni stanno arrivando sempre di più nuove discipline e nuovi termini nel mondo della corsa in montagna che pratico e, pensandoci un po', mi sono reso conto che non so neanche io come chiamare la mia attività: io corro in montagna e basta. Ma forse non è così semplice, allora ho deciso di fare il punto, in questo modo anche voi potrete ritrovarvi da qualche parte.


Corsa in montagna

E' una specialità dell’atletica leggera che viene svolta in ambienti montani. Fa parte del calendario sportivo della FIDAL, la Federazione Italiana di Atletica Leggera. Le gare classiche si disputano su distanze intorno agli 8 km per le donne e i 12 km per gli uomini. Include anche gare lunghe, a staffetta o a cronometro. In Italia abbiamo i Gemelli Dematteis che secondo me rappresentano bene questa disciplina e io li adoro!

I Gemelli Dematteis, foto presa dalla loro pagina facebook
Trail running

E' una disciplina relativamente nuova difficile da definire, possiamo dire che è una corsa sui sentieri. Si è molto svilluppata in questi ultimi anni e sembra gestita dall' ITRA, ovvero International Trail Running Association. Le distanze sono multiple e possono essere definite così:
  • Trail: Under 42 km
  • Trail Ultra Medium (M): 42 km to 69 km
  • Trail Ultra Long (L): 70 km to 99 km
  • Trail Ultra XLong (XL): 100 km and more
I percorsi sono svolti generalmente su sentieri per escursionisti ma anche su erba, strade forestali e un massimo di 20% di strade.
Le star dello Trail sono tante: Killian Jornet, Rory Bosio, Fernanda Maciel... sono i miei preferiti ;)

Una foto di me con Fernanda Maciel quest'anno alla LUT
Skyrunning

Molto vicino secondo me al Trail, lo skyrunning si caratterizza da gare in montagna ma con passaggi sopra i 2000 metri e percorsi spesso più tecnici. Le discilpline sono varie e definite dalla ISF, International Skyrunning Association. Anche qui le distanze sono molte e vanno dal Vertical kilometer alla skymarahon. Le star di questo sport sono Tadei Pivk, Killian Jornet, Rémi Bonnet, Laura Orgue...ma fanno tutti le altre discipline.

Tadei Pivk e Killian Jornet a Zegama
Fast Hiking

E' un termine apparso da poco, litteralmente significa "salire veloce", l'obbiettivo è di arrivare velocemente su una cima. Si colloca a metà distanza tra il trail e l'escursionismo.

Scrambling

Ancora un termine che viene dall'inglese e che sembra un po' strano per noi, in pratica si corre in montagna in posti tecnici che necessitano l'aiuto delle mani per salire, tutto qui. Killian Jornet spesso sui social netwok si diverte a fare scrambling.

L'avrete capito, impossibile dire che faccio un'unica disciplina, perchè sono tutte molto vicine e legate. Spero di aver aiutato chi, come me, si sente un po' confuso. Comunque sappiamo di essere tutti legati da una stessa passione: la montagna! 
Trail running, Skyrunning, corsa in montagna, fast hiking o anche scrambling... chiamatelo pure come volete, io la chiamo passione!

domenica 7 agosto 2016

Marcia delle 4 chiese: un buon 4° posto

Per il terzo anno consecutivo, ho partecipato alla Marcia delle 4 chiese, a Piano Arta (UD), una gara molto nervosa di 5.03 kilometri con 171 metri di dislivello. Eravamo in 95 alla partenza ed è stata una bella soddisfazione perchè, assieme a me, è venuta a correre anche mia moglie e i miei 2 bambini! 

Siamo partiti alle 17.00 e presto ci siamo ritrovati in 5 in testa alla gara. Nei passaggi tecnici sono riuscito anche a passare in prima posizione per vedere bene dove correvo, poi dopo 5 minuti di gara in un pezzo molto veloce si sono staccati in 2 davanti, e io mi sono ritrovato da solo al terzo posto, a 20 metri di loro, con il 4° alle calcagna.
Dopo aver finito le discese, ci aspettavano solo le ultime salite: i 2 davanti sono oramai irraggiungibili e, piano piano, mi ha ripreso il 4°, sorpassandomi nell'ultima salita, a 500 metri dal traguardo. Non ce l'ho fatta a seguirlo, ero cotto e ho dovuto accontentarmi della medaglia di legno... Bravo il mio amico Patrick che termina al secondo posto, dietro Daniele Cencini, uno forte!
Dopo aver ripreso fiato, ho rifatto l'ultimo pezzo al contrario per recuperare tutta la mia truppa e finire la gara con loro: si sono divertiti tanto e sono stati premiati, mia figlia finisce anche seconda di categoria, contentisssima!!
 







lunedì 1 agosto 2016

Allenamento luglio 2016


Questo mese non sono riuscito a fare di più: ero stanco e mi mancava la motivazione ma, fortunatamente, tutto è cambiato. Da 10 giorni sono tornato come nuovo e mi sento in gran forma per affrontare il mese di Agosto. Speriamo che duri e vi auguro a tutti un buon mese di corsa!