giovedì 30 aprile 2015

Allenamento Aprile 2015

Il mese di Aprile non ha tenuto tutte le sue promesse per quanto mi riguarda. Ho fatto buoni allenamenti e bei giri, ma ho perso 6 giorni a causa della gastroenterite e ho sempre paura di prendere ritardo nella mia preparazione skyrace. Vedremo come sono veramente domani con una gara bella tosta: il Triajur. Continuate a seguirmi sempre più numerosi, grazie!


martedì 28 aprile 2015

Mi aiutate a scegliere il nuovo logo del blog?

Dopo un po' di lavoro sono finalmente arrivato a creare qualche logo per il blog, ma non riesco a decidermi su quale sia il migliore. Ho cercato di fare un logo semplice, che mi assomiglia e che rappresenta bene il blog. Mi aiutate a scegliere? Qual'è il vostro preferito?

1

2

3

4


lunedì 27 aprile 2015

Cronoscalata Casanova - Curiedi 2015

Gara classica del calendario di corsa in montagna in Carnia, la cronoscalata Casanova-Curiedi si è svolta sabato 25 aprile e di certo non potevo mancare. Nonostante un tempo incerto e un terreno fangoso, siamo 141 atleti a prendere il via della gara in salita su un percorso di 5.2 kilometri e 560 metri di dislivello. Si parte ogni 20 secondi  partire dalle ore 9.30, ho il pettorale 60.


Faccio un buon riscaldamento e mi concentro perché voglio abbassare il mio tempo di 34'32 fatto nel 2014. Quando tocca a me, dimentico tutti i programmi fatti di partire piano e seguo il ritmo di quello davanti, un amico molto più forte. Il conto si paga subito, dopo 1 kilometro solo a 18% di media sono in crisi, mal di pancia, gambe senza forza e ancora tanto dislivello da fare... Mi sento stupido di fare ancora sbagli del genere e tento di rifarmi abassando il ritmo nel secondo chilometro. Lo chiudo dopo meno di 16 minuti di gara, distrutto, adesso ci sono 1000 metri di strada a 8% e, cosa pazza, mi rifaccio la salute così bene che nel quarto chilometro e ultimo di salita riesco a spingere di nuovo.  Alla fine del 4° sono in 29'23 contro 29'30 l'anno scorso, non mi posso nascondere, do' il massimo sul piano finale e chiudo la mia gara col tempo di 34'18, 28° assoluto.

Cosa dire, ho corso male ma sono riuscito lo stesso ad abbassare il crono di 14 secondi. Quest'anno sono migliorato indubbiamente, terza gara su 3 dove miglioro le prestazioni, devo crederci ed impegnarmi sempre così che il bello deve ancora venire!


Dopo la gara siamo tornati giù correndo, nel complesso un bel allenamento di 1 ora 45 ed un buon momento tra amici, infatti abbiamo reintegrato con la birra i sali minerali, più del necessario ;) Ma dovevamo festeggiare la vittoria in squadra sia al maschile con Nicolo' che al feminile con Paola!!!
Sul sito della Carniatletica trovete tutte le foto della gara e le classifiche complete.

venerdì 24 aprile 2015

Give away: kit idratazione in palio


Ci siamo quasi, manca solo un piccolo sforzo per arrivare a 500 sulla pagina Facebook di Runexperience. 

Per aiutarmi vi propongo di partecipare ad un concorso, riservato solo ai residenti in Italia.

A partire da oggi e fino a giovedì 30 aprile alle 16.00 potete vincere questo pacco composto da:
  • 1 porta borraccia Salomon
  • 1 borraccia Salomon
  • 1 preparazione in polvere iso sport drink Aptonia red berry flavour


Per partecipare è semplice, tutto è spiegato su Facebook.

Il vincitore sarà estratto giovedì 30 aprile.
Tengo a precisare che il concorso è un’idea mia e non impegna in alcun modo le società Salomon e Aptonia.







Il link per participare è QUI.

Buona fortuna!

lunedì 20 aprile 2015

Trail fino al Cimone di Crasulina 2104 slm


La zona del Monte Tenchia mi piace tantissimo: panoramica, appagante... ci sono stato parrecchie volte, ma ogni volta è come se fosse la prima e mi lascia un ricordo indelebile. Oggi volevo provare una variante, un nuovo giro che avevo in mente da tanto tempo. Sono partito da dopo Paluzza, dove c'è il ponte di legno, a quota 620, ho preso la strada romana fino a Cleulis e da li sono salito a sinistra per un sentiero mai fatto.



La salita da questo punto (quota 1002) porta dietro l'antenna alla malga Zoufplan bassa a quota 1671. Il tempo di giocare con le marmotte e si riparte direzione l'osservatorio un po' più in su. Sono a quota 1990 e, dopo appena 2 ore a ritmo lento, sono ancora in forma, il tempo è splendido e c'è poca neve, allora approfitto e allungo la passeggiata, direzione i laghetti. Ci arrivo in un battibaleno e sento che il cimone di Crasulina mi aspetta, allora vado su e mi godo una meritata merenda con vista sul Coglians.




Sono molto soddisfatto e starei qui tutto il giorno, putroppo mi tocca tornare giù... Torno per il laghetti e quando arrivo alla discesa vera propria, decido di fare il percorso più corto, dritto per i prati. La discesa finisce presto e i 1600 metri di dislivello fatti oggi, sia su che giù non si fanno sentire più di tanto! Un passo alla volta si cresce. Per i puristi ecco le cifre del giorno, 19.25 km, 1575 metri di D+ il tutto in 3 ore 50 (25 minuti di pausa inclusi).
 
A presto e grazie di seguirmi!


giovedì 16 aprile 2015

Recupero attivo in mountain bike



Per recuperare le forze dopo le ripetute di ieri, sono uscito stamattina sotto un bel sole per 1 ora e 20 di mountain bike in montagna. Tutto, o quasi, su sentieri per stare da solo e, dopo 600 metri di dislivello, per 18 kilometri mi sento ricaricato, pronto ad andare al lavoro, buona giornata a tutti!

mercoledì 15 aprile 2015

8*400 non brillanti

Oggi avevo previsto di fare 10-12 volte 400 metri, pensando che sarebbe stata una formalità ed invece no... Dopo la gastroenterite della settimana scorsa, faccio fatica a tornare al mio livello, oggi riesco bene o male a fare 8 volte 400 tutti in 1'20-1'21. Non è certo quello che mi aspettavo, ma mi devo accontentare, oggi non era giornata!
Vi ho preparato un piccolo video, avete qualche consiglio per migliorare la mia corsa?


venerdì 10 aprile 2015

100 days

2015 sta volando, siamo gia il 100° giorno e mi sono accorto adesso che ho fatto troppo poco.
In questi 100 giorni ho fatto 70 volte sport!!! Il che vuol dire che 30 giorni non ho fatto una chipalipa, e questo mi dispiace.
Ora basta scuse e pigrezza, ora tocca a darci veramente dentro, ora tocca essere quello che desidero!


mercoledì 8 aprile 2015

10 domande a .... Federica #7

Oggi sono molto fiero di presentarvi Federica. Federica corre da pocchi anni, ma ha già fatto grandi risultati e sta crescendo sempre di più. L'ho conosciuta l'anno scorso mentre correvamo l'Estremamente parco, abbiamo trascorso 1 ora bellissima di gara insieme, sulle creste panoramiche del'alta via resiana. E' una persona gentillissima, appassionata e che si prefigge sempre nuovi obbiettivi.

 
1 Quando hai cominciato a correre? Perché? 

Tutto ha avuto inizio come una sfida: camminare per 50 km e 3500 mt di dsl nelle stupende montagne da cui proviene la mia famiglia. Era l’estate del 2012, con un bel gruppo di amici si passava i week end a far passeggiate in montagna cercando sempre più di migliorare i tempi di ascesa. Ancora non sapevo che un mondo intero mi si stava aprendo. Estremamente Parco ci avrebbe messo alla prova (19 ore di camminata) e da li a poco pensai di cercare un gruppo dove poter esser seguita e che mi iniziasse alla corsa. Dovevo assolutamente ritentare quella sfida, ma questa volta da runner”. Solo a luglio 2013 provai l’ebbrezza dei mie primi 10 km, che sofferenza, ma non ci potevo credere, ci ero riuscita. L’obiettivo rimase lo stesso (quell’anno ritentai ma il percorso era cambiato e ancora la preparazione era scarsa: altri 50 km, 4500 mt di dsl le solite 19 ore…. ma riuscii a finire anche quell’anno). L’inverno successivo mi lanciai nella mia prima corsa su strada, 6x1h per la Sla di Spilimbergo, e successivamente la Telethon di Udine. L’emozione che mi prese e le belle atmosfere che vissi in quei giorni mi spronarono a riflettere e pensare che avrei potuto provare qualcosa di più impegnativo, magari cercando di allenarmi settimanalmente. A febbraio 2014 concretizzai questo impegno iscrivendomi con la Polisportiva Montereale…il passo era fatto!!!

2  Fai delle gare? Di che tipo?   

Le gare che più mi danno soddisfazione sono le corse in montagna: adoro far chilometri in ambienti boschivi, dove il terreno è sempre diverso e mai noioso. Però quest’anno ho capito che ci vuole anche un po’ di fondo su strada per poter sostenere belle gare e far registrare tempi buoni. L’anno scorso ho deciso di affrontare tre trofei: Coppa Pordenone, Corri la Montagna e il Trofeo Skyrace Fvg. I risultati son stati soddisfacenti considerato l’esordio così improvvisato. 
Quest’anno mi allenerò di più su strada, in particolare sulle mezze maratone, come richiede la new entry dei miei obiettivi: il triathlon. Cionondimeno il trail  avrà la precedenza sulle mie scelte, avendo un posto riservato nel mio cuore. 

3 Qual è il tuo luogo preferito per correre?  

Abitando in città preferisco zone di campagna, possibilmente isolate e poco trafficate. Quando i miei impegni me lo consentono, cerco di ritagliarmi un paio d’ore di sfogo su percorsi collinari. 

4  La corsa non si prepara solo correndo, cosa fai per migliorare oltre che allenarti? (alimentazione, altri sport....) 

Ho notato ultimamente che un alimentazione sana e corretta aiuta molto. Ho iniziato ad ascoltare di più il mio corpo, a idratarmi di più e fare le scelte giuste. Da dicembre gli allenamenti si articolano su tre sport diversi, perciò anche il riposo è essenziale: riuscire a calibrare bene i tempi aiuta a migliorare gradualmente senza sovracaricare. Anche se cerco sempre di dar precedenza alla corsa, la bicicletta mi aiuta molto a gestire le lunghe distanze e la fatica, così come il nuoto è fondamentale per scaricare. 
5 Qual è il tuo più bel ricordo sportivo? 

Sicuramente l’obiettivo raggiunto di estremamente parco 2014: terza classificata in 10h39. Non potrò mai dimenticarlo, è stata un emozione unica che se potessi rivivrei continuamente. Adoro e amo quelle montagne, mi sento a casa, protetta.  6 Visto che siamo nel 21° secolo, qual è il tuo materiale indispensabile per correre? 

Il primo Estremamente Parco lo feci con zaino e scarponi, il secondo con scarpe da ginnastica e camelbak. Ora corro quasi sempre solo con un gel in tasca e niente altro. Evito ogni cosa che potrebbe darmi fastidio: a inizio anno scelgo le mie scarpe, quelle che poi mi accompagneranno per la stagione, e poi via…  7 Hai una gara che sogni di fare?  

Vorrei provare a fare un ultra trail, ma quest’anno mi son orientata su un'altra disciplina e l’obiettivo sarà il mezzo Ironman di Amsterdam a settembre.  8 Cosa ti porta la corsa? Potresti vivere senza sport? 

Vorrei vivere PER lo sport, mi fa star bene, mi da forza e mi fa sentire spensierata. L’emozione che le gare mi danno è impareggiabile, una sensazione di libertà e vita. Inoltre essendo un po’ timida lo sport mi ha aiutato ad aver più stima di me e confrontarmi positivamente con gli altri, a vedere le cose in modo più positivo e a sopportar la fatica oltre quello che il dolore ti suggerirebbe.


9 Chi è il tuo sportivo preferito? Perchè? 

Francesca Canepa: la seguo da quando corro, mi piace molto come persona. Ha raggiunto dei traguardi inimmaginabili: una forza della natura.  10 Hai un’ultima cosa da dire ai nostri lettori? 

Innanzitutto ringrazio te, che mi hai dato la possibilità di raccontarmi e spero che chi leggerà senta come me la forza di poter affrontare qualsiasi sfida. Molto spesso trovo motivazione nelle pagine de “Il gabbiano Jonathan Livingston”: “puoi arrivare da qualsiasi parte, nello spazio e nel tempo, dovunque tu desideri”. Ecco, l’augurio è che per ognuno valga quello che spesso mi sento dire: la tua tenacia e perseveranza mi danno la forza di provarci. Buona fatica…. e buon divertimento!

venerdì 3 aprile 2015

E ora di far uscire la bici...

Oggi in Carnia c'è un sole splendido e il panorama da casa mia è mozzafiato. Non potevo certo stare a casa sul divano, anche se, dopo aver lavorato tutta la notte, nessuno mi avrebbe detto niente. Così decido di uscire in bici insieme al mio forte amico Marco, un giro corto ma con una bella salita per vedere come sono con solo 100 kilometri di bike nelle gambe.
Il verdetto è più che positivo, mi sento abbastanza bene, meglio i quello che pensavo. Facciamo una bella uscita tra amici: 32 kilometri in poco meno di 1 ora 30 con 690 metri di dislivello, ma soprattutto ci siamo divertiti tantissimo!




mercoledì 1 aprile 2015

Allenamento Marzo 2015

Il mese di marzo è passato alla grande, quasi 28 ore di allenamento e bei dislivelli, sono soddisfatto. Ho avuto le mie 2 prime gare che mi hanno dato risposte molto positive in quanto riguarda la mia preparazione, sono migliorato parrecchio e ho abbassato i tempi sulle 2 gare, direi un ottimo inizio di stagione. Adesso mi tocca continuare ad impegnarmi per affrontare in forma le prossime gare importanti. Spero che la primavera mi permetta di fare qualche allenamento lungo per preparare bene le skyrace... a presto amici runners!