sabato 30 luglio 2016

Staffetta del Rojale a Zompitta (UD)

Ieri sera ho partecipato ad una staffetta insieme a Dario e Cesare, 2 amici della mia squadra, non tanto per la competizione ma come allenamento e per valutare un po' la mia forma fisica. La gara si svolgeva su un percorso misto, tra erba e sottobosco tecnico, di 1100 metri da ripetere uno dopo l'altro per 1 ora.

video

Ho cominciato io e subito ho capito che avrei dovuto tirarmi il collo ogni giro. Il percorso era molto bello ma non si riusciva a correre velocemente o per il terreno sconnesso o per i passaggi tecnici. Dopo alcuni cambi ci ritroviamo al terzo posto assoluto, posizione che teniamo fino all'arrivo con molta fatica. Chiudiamo con 16 giri completati ovvero 17.6 kilometri!!! 






Per quanto mi riguarda sono contento del mio allenamento con 6 ripetute dure da 1100 metri fatte in 3.44-3'50-3'52-3'54-3'54-3'53. Sono stato molto regolare, ad un ritmo sotto i 3'30 al kilometro che su strada corisponderebbe sicuramente ad un 3'15.


Passiamo una bella serata con mia moglie e l'altra squadra dell'Aldo Moro che vince nella categoria mista e, per me, è sempre bello fare un podio. Adesso però penso ai prossimi obbiettivi! A presto e un saluto a tutti gli amici e lettori!

mercoledì 27 luglio 2016

Gara Sigilletto - Malga Vas 2016

Domenica scorca, decido all'ultimo momento di partecipare al Memorial Ruggero Gerin organizzato da 2 miei amici. Sono contento di poterci andare per vedere tutti i compagni di corsa, passare un buon momento in montagna e vedere un po' com'è la forma. 

credit foto: Filippo Turco
Il percorso parte da Sigilletto (UD) per arrivare alla Malga Vas, in 5 kilometri con 600 metri di dislivello. Quasi tutta in salita, a parte gli ultimi 2 minuti, so già che per me sarà dura, non sono uno specialista delle salite secche e ultimamente mi sono allenato meno, ho paura di soffrire. Parto con calma intorno alla 40° posizione su più di 250 (hanno dovuto fare pettorali a mano talmente c'era tanta gente, che bello quando una gara cresce così!) per il primo kilometro e vedo il mio amico Checco 30 secondi davanti. Piano piano comincio a spingere, tengo un buon ritmo e sono piuttosto contento. Quando sento il bisogno cammino veloce, il resto lo corro bene e fino all'arrivo riprendo gente di buon livello, ma non il mio amico, che finisce 10 secondi davanti a me. Chiudo al 25° posto assoluto ma il livello era davvero alto. Batto il mio record di 2 anni fa di ben 55 secondi facendo 34'59, sono tanti, cosa chiedere di più per ritrovare la motivazione e la fiducia?


Peccato che dopo sono dovuto scappare subito, ma il prossimo anno mi organizzo per fermarmi di più: ne vale veramente la pena, ottima gara come sempre, grazie!


lunedì 25 luglio 2016

La vita del runner è fatta di alti e bassi


1 mese fa mi sentivo al top, pronto a fare qualsiasi gara e a battere i miei record, ero motivato come non mai e sentivo che correvo discretamente bene. Poi, alla Cortina Skyrace non è andata come pensavo, da un giorno all'altro tutto è cambiato, avevo perso la motivazione!

Per fortuna comincio ad avere una certa esperienza e non mi sono allarmato. Questo mese ho variato gli allenamenti e il piacere senza mettermi nessun pressione, io corro per me, allora se certi momenti ho voglia di fare meno, lo faccio senza vergognarmi anche se in piena stagione delle gare! Ho fatto belle camminate in montagna, giri in bici e anche un po' di nuoto, e mi sono anche riposato, molto. Ho corso pochissimo, neanche 20 kilometri a settimana e, fino a qualche giorno fa, non stavano per cambiare le cose.

Poi arriva questa settimana e un giorno sento che ho bisogno di correre, perchè mi manca, perchè mi sento giù, perchè mi piace troppo, e così parto, faccio 15 km sotto il sole e anche se non brillanti so di essere tornato, ho ritrovato in un istante la motivazione. Così ieri decido di andare a provarmi in gara a Sigiletto, su un percorso in salita organizzato da 2 amici. Vado per loro, perchè sono contento di ritrovarli e vedere altri amici della corsa, e così mi dico che faccio un po' di ritmo gara e vedo cosa ho perso in 1 mese.

Senza pretese chiudo la mia gara al 25° posto a 4 secondi dal mio record, 34'59 per i 5 km e 600 metri di dislivello. Adesso tocca impegnarsi un po' e tornero al top!

Noi runners siamo così, fatti di alti e bassi, ma sempre la nostra passione ci guida sulla via giusta! Quindi se anche a voi succede di sentirvi giù, senza motivazione, non preoccupatevi e concentratevi sulle vostre sensazioni, sulla vostra passione, sul perchè correte, e la motivazione tornerà! Ciao ciao.



venerdì 22 luglio 2016

Test Zaino Salomon S Lab Sense Ultra Set

L'attrezzatura del trail runner è sempre più performante, sempre più leggera, io cerco di rimanere aggiornato e di acquistare l'attrezzatura che mi serve, nel limite del possibile. Non che il mio zaino fosse vecchissimo o rovinato, ma voglio sempre correre più leggero e questo prodotto sembrava ideale per me: avrete capito che oggi vi parlerò dello zaino-gilet s lab sense ultra set della Salomon.


Disponibile in 2 versioni da 1 o 3 litri, ho scelto il 3 litri che comporta una tasca posteriore in più dell'altra versione. Entrambi sono venduti con 2 soft flask Salomon da 0.5 litri ciascuna. Sono adesso 2 mesi che lo provo in allenamenti e in gara e posso finalmente dirvi cosa ne penso.


Cominciamo dall'inizio, il gilet è fatto di materiali ultra tecnici e traspiranti assemblati senza cuciture, il top per chi ricerca performance e comfort. Con un peso di solo 110 grammi il gilet permette di portare con se tutto il materiale necessario per gare fino a 50-60 km senza problemi e anche oltre per chi usa solo materiale minimalista. Per farvi un esempio ci mettevo sempre una giacca antivento, una maglia di ricambio, 2 fascette, barette energetiche e gel, le 2 soft flask di 0.5 litri piene, il mio smartphone, le chiavi della macchina e c'era ancora posto per molto altro!!!

Avevo paura che il gilet si muovesse molto correndo e, invece, sono rimasto stupito, non si muove neanche un po', una volta infilato non si fa sentire e si può correre anche ad alte velocità: potrei quasi correre una 10 km con il gilet... Così ho anche detto addio agli sfregamenti e irritazioni che danno altri zaini sulle lunghe distanze.


Vi vedo già sognanti e pronti a comprarlo, ma prima finite un po' di leggere... ho trovato un punto negativo che alla fine diventa anche una forza! E' difficile inserire le flask nel loro compartimento, in gara la vedo dura toglierle per bere e riempirle, ma sono anche molto alte, non si muovono ho quindi provato a bere senza spostarle ed è semplicissimo!


Lo avrete capito: sono pienamente soddisfatto di questo zaino e uso solo questo da quando ce l'ho. Potete comprarlo ad occhi chiusi, state solo attenti a scegliere la dimensione giusta.

lunedì 18 luglio 2016

Memorial Fulvio Riolino 2016, venite a sfidare il Monte Zoncolan

Anche quest'anno organizziamo a Sutrio (UD) il Memorial Fulvio Riolino: una gara ciclistica non competitiva per passare un bel momento insieme e ricordare un amico, scomparso prematuramente. La gara consiste nella salita del Monte Zoncolan fino al parcheggio, partendo da Sutrio: 9.5 km a 7.8% di media. Quest'anno grande novità in quanto, insieme alla pedalata non competitiva, ci sarà una marcia non competitiva per chi vuole salire di corsa.
Vi allego il depliant sperando di vedervi numerosi il prossimo 14 agosto alle ore 9.30 per divertirsi insieme, sudare insieme, mangiare insieme...


lunedì 4 luglio 2016

Monte Amariana

Per 4 giorni a casa sono senza moglie e bimbi, sono andati al mare e io lavoro purtroppo. Ma il mio modo per non avvilirmi ce l'ho, appena esco del lavoro, scapo via in montagna, cosi mi faccio una settimana di carico!

Oggi ho scelto di cominciare con una salita che mi piace tanto per il panorama che ti offre su, il Monte Amariana. Sono partito dalla Forca di Cristo sopra Amaro, e in 4 km si arriva su in cima, a quota 1906. Ecco qualche foto per darvi voglia di andare su anche voi, attento la salita e un po pericolosa nella sua parte alta!
 









venerdì 1 luglio 2016

Allenamento Giugno 2016


Tra alti e bassi con la forma sono riuscito a fare 3 gare questo mese, di cui 2 impegnative. Vorrei fare piu gare prche mi piaciono tanto ma con il lavoro non riesco. Ho passato buoni momenti di corsa e in bici con gli amici e per questo mese teniamo in mente questo, divertirsi nello sport e il piu importante.